lunedì 23 gennaio 2017

Tutto su mia madre



In occasione del suo 60° compleanno
vi parlo della mia mamma e del nostro meraviglioso rapporto

Oggi e' il compleanno della mia mamma e in occasione di questa bella ricorrenza voglio parlarvi di quanto straordinaria sia questa donna a cui mi ispiro come moglie e madre.

Mia madre e' la sesta di sette figli, ed e' l'unica femmina, immaginate la gioia soprattutto di mia nonna quando finalmente arrivò la tanto desiderata figlia femmina. Nonostante fosse cresciuta in mezzo a tanti uomini, in un epoca in cui le donne facevano fatica a farsi spazio nella  societa', lei era molto emancipata
lavorava come segretaria dopo aver ottenuto un attestato di dattilografa, andava a ballare e indossava la minigonna.
Purtroppo pero' la vita le ha tolto troppo presto l'affetto della madre in un età in cui una figlia ha ancora bisogno dei consigli di una madre per diventare donna e ha dovuto lasciare il lavoro mettendo da parte i suoi sogni per occuparsi del padre, dei fratelli e della casa.
E' stata dura ma ha saputo rimboccarsi le maniche e ha affrontato le difficolta' sempre con pazienza e coraggio.
Qualche anno piu' tardi ha conosciuto mio padre un ragazzo dai capelli ricci che suonava la batteria nella band di suo fratello, piu' giovane di due anni e spesso la prendiamo in giro per questa cosa dicendole che ha sposato un toy boy.
Si sono innamorati subito, sposati e qualche anno piu' tardi la vita per pareggiare i conti le ha mandato tre figlie femmine, avendo solo fratelli desiderava per noi quella complicita'  che solo tra sorelle si crea che purtroppo le e' mancata.
Mia madre e' molto solare e generosa, quando ancora vivevo con i miei, la mattina ci svegliava cantando e accendeva lo stereo mentre preparava la colazione e faceva le faccende di casa, metteva armonia, lei e' così sempre sorridente, disponibile con tutti, amante della musica e della casa le piace tenerla sempre pulita e ordinata, permette solo a Greta di metterle la casa a soqquadro ma se glielo facciamo notare lo nega.
Spesso mi dicono che le somiglio tanto e questa cosa mi fa molto piacere lei e' il mio punto di riferimento, il pilastro della nostra famiglia che insieme a nostro padre ci hanno insegnato i valori piu' solidi e profondi, non semplicemente a parole ma essendo concretamente un esempio da seguire.



Ha sempre anteposto i nostri bisogni ai suoi ma dandoci un educazione tale da saper apprezzare ogni minima cosa bella che ci capitasse, lei non si e' mai posta come una amica ma come una madre presente e comprensiva. Anch'io sono stata un adolescente ribelle e qualche volta ci siamo scontrate perche' mi ha negato di fare qualcosa che lei riteneva non adatta alla mia eta' e ora che sono grande e madre a mia volta mi rendo conto di quanto avesse ragione. Nonostante qualche episodio mi sono sentita sempre capita e apprezzata da lei anche se devo dire che non e' quel tipo di madre che elogia i figli anzi in realtà e' il mio giudice piu' severo (questa cosa la farà sorridere) però e' anche grazie a questo che sono maturata diventando una donna forte e sicura di me.
Noi siamo molto unite ci vediamo quasi tutti i giorni e se non riusciamo a vederci ci sentiamo ed e' così anche con le mie sorelle e abitando praticamente di fronte la cosa e' molto facile, per me che mio marito lavora fuori città e' una gran fortuna!


La sera del matrimonio io e mio marito abbiamo deciso di trascorrere la prima notte di nozze nella nostra nuova casa e prima di andare a letto mi affacciai dalla finestra per guardare, con un velo di dolce malinconia, la casa che mi aveva visto crescere e vidi i miei genitori e le mie sorelle seduti sul divano a parlare del piu' e del meno come facevamo solitamente ogni sera e in quel momento si avvicino' alla finestra mia madre che aveva avuto il mio stesso pensiero. Non me lo ha mai detto ma e' stato un tacito "e' ora che tu vada per la tua strada ma io ci sarò sempre per te" che con l'ansia dei preparativi e la felicità della festa non avevamo avuto modo di dircelo, perche' anche se abitiamo vicine non e' più la stessa cosa, la sua prima figlia ha abbandonato il nido!
Io amo mia madre piu' della mia stessa vita ma ora che sono madre anch'io capisco che e' solo la meta' di quanto lei ama me.
Da quando e' nata Greta e' ancora più presente anche se sin dal primo giorno mi ha sempre lasciata fare, anche sbagliando, ma senza farmi mai sentire sola e inadeguata.
Greta e' molto legata alla sua nonna e questo mi riempie il cuore di gioia perchè io non ho avuto un rapporto particolarmente stretto con la mia, che e' una donna più introversa, ma ho sempre sentito parlare di questo legame unico e speciale che si instaura tra nonni e nipoti e spero che Greta possa goderne il più possibile.


Ricordo che da piccole mia madre ci raccontava sempre la storia di Cornelia Gracco, che in risposta ad una matrona romana che ostentava i suoi gioielli indicò i suoi figli come i suoi gioielli più preziosi "Ecco i miei gioielli"
e alla fine della storia ci domandava:
"Voi che siete?" e noi rispondevamo orgogliose "i gioielli di mamma"
Ecco io ora voglio dirti che tu sei il nostro tesoro più prezioso mamma.
Buon Compleanno



2 commenti:

  1. Mi hai fatto commuovere....spero che un giorno le mie foglie pensino quel che pensi tu della tua mamma..buon compleanno alla tua bellissima mamma....ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille tesoro❤ sono sicura che sara' così sei una bella persona😘

      Elimina

Fotoricordo

Con l'invenzione degli smartphone siamo diventati tutti fotografi improvvisati ci piace catturare ogni momento della nostra vita e cond...