martedì 4 aprile 2017

Promessi sposi



Buongiorno amiche e benvenute all' appuntamento settimanale con la rubrica "wedding" del mio blog dedicata ai matrimoni. Oggi faremo un piccolo passo indietro e vi parlerò della promessa di matrimonio, della parte burocratica e di quella divertente.



Che cos'è la promessa di matrimonio?
Un tempo la promessa di matrimonio coincideva con la famosa richiesta della "mano" al padre della futura sposa con successiva festa che ufficializzava il fidanzamento con tanto di anello per lei e orologio d'oro per lui.
Oggi la promessa di matrimonio è un atto civile che segna il passaggio da fidanzati a promessi sposi in cui i due innamorati in piena libertà decidono di impegnarsi a contrarre il matrimonio.

Quali sono i documenti da presentare?
Se avete deciso di sposarvi con rito religioso allora la promessa di matrimonio va celebrata prima in Chiesa, per questo passaggio occorrono i seguenti documenti:

  • Certificato di battesimo
  • Certificato della cresima
  • Stato Civile

La promessa di matrimonio in Chiesa è una specie di intervista doppia delle Iene in cui il parroco vi farà delle domande seperatamente. A molte coppie questa fase fa un pò paura ma vi assicuro che è molto più semplice di quanto sembri, se i motivi che vi spingono a compiere questo passo sono solidi e concreti non dovete far altro che rispondere con sincerità.
Le risposte che darete sono molto importanti perchè saranno conservate negli archivi della Curia infatti sono i documenti che solitamente vengono utilizzati per l'annullamento del matrimonio religioso alla Sacra Rota.
Dopo la "promessa" in Chiesa il parroco vi consegnerà dei documenti da portare al Comune per le Pubblicazioni, il mio consiglio è di fissare la data della promessa al Comune lo stesso giorno di quella in Chiesa così in metà mattinata avrete già sbrigato tutta la parte burocratica.

La promessa di matrimonio in Comune và prenota recandovi all'ufficio Matrimoni del vostro Comune di appartenenza e compilando un modulo di autocertificazione  in cui sceglierete anche una data( è consigliabile celebrarla 2/3 mesi prima del matrimonio).
Nel giorno scelto vi dovrete recare al Comune muniti dei documenti che vi ha rilasciato il parroco, i documenti di identità e una marca da bollo da 16,00€ e accompagnati da due testimoni non necessariamente gli stessi scelti per il matrimonio. Qui l'ufficiale di Stato Civile vi chiederà se volete sposarvi liberamente senza costrizioni e vi farà firmare la richiesta per le Pubblicazioni.
Le Pubblicazioni non sono altro che un foglio che viene affisso nella bacheca del Comune con su scritto i vostri nomi, la data e il luogo del matrimonio e resteranno esposte per 8 giorni.
Dal momento delle Pubblicazioni avrete 180 giorni di tempo per sposarvi davvero altrimenti una volta scaduti dovrete ripetere di nuovo tutto l'iter!



Oltre alla parte burocratica un pò noiosa c'è anche la parte divertente: la festa.
Non è usanza in tutte le città festeggiare la promessa di matrimonio ma dalle mie parti ogni occasione è buona per fare festa, stare insieme e divertirsi.
Io ho scelto di festeggiare in un suggestivo ristorante sul lago(potete trovare alcune foto qui) soltanto con le nostre famiglie e i testimoni, mia sorella invece, che ha celebrato la promessa sabato scorso, ha organizzato prima un aperitivo con la famiglia subito dopo l'uscita dal Comune e una festa di sera in una piccola sala per ricevimenti, con buffet e buona musica per amici e parenti.








Se decidete di organizzare una piccola festa, che sia a casa o in un locale ricordatevi che i dettagli devono essere in verde come vuole la tradizione, questo perchè una promessa è la speranza di una lunga vita matrimoniale insieme e siccome il verde simboleggia la speranza ecco che è anche il colore della promessa di matrimonio. A fine serata è sicuramente carino distribuire agli invitati dei confetti e un piccolo cadeau, inoltre può essere l'occasione giusta per iniziare a consegnare personalmente le partecipazioni per il matrimonio.



È stata una bellissima festa divertente ed emozionante allo stesso tempo, adesso per un pò di tempo almeno fino al matrimonio saranno ribattezzati "i promessi sposi" come quelli più famosi e sicuramente sfortunati Renzo e Lucia manzoniani.
Oltre alla festa c'è stato un altro momento molto emozionante che voglio farvi vedere e cioè la proposta di matrimonio che il mio futuro cognato ha fatto a mia sorella qualche mese prima. Nel bel mezzo di una serata in discoteca con gli amici, improvvisamente sulle note della canzone di Bruno Mars "Marry you" mia sorella incredula ed emozionata si è vista arrivare il fidanzato con in mano un fascio di fiori e una scatolina con l'anello è stato un momento molto emozionante se vi va di vederlo trovate il link al video qui sotto.





            https://youtu.be/T0dTRbtp6tw












Nessun commento:

Posta un commento

Fotoricordo

Con l'invenzione degli smartphone siamo diventati tutti fotografi improvvisati ci piace catturare ogni momento della nostra vita e cond...